01Rb R
...
29 Giugno Giu 2016 1710 9 months ago

Online il Corpus dei disegni di architettura del Duomo di Milano

Oltre 390 schede fra disegni e stampe disponibili sul sito disegniduomomilano.it grazie al Politecnico di Milano

Giovedì 23 giugno è stato presentato presso l’Archivio della Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano il sito web http://www.disegniduomomilano.it/ che, implementato dal 2013 ad oggi, raccoglie ora l’intero Corpus dei disegni di Architettura della Cattedrale, in particolare quelli più antichi, elaborati tra 1300 e 1700, dispersi nei secoli e oggi divisi in trenta biblioteche e nei musei di tutto il mondo, 398 schede tra stampe e disegni e 4 modelli lignei.

Il progetto realizzato dal Politecnico di Milano, Dipartimento di Architettura e Studi Urbani, con il contributo di Fondazione Cariplo, vuole costituire una banca dati, una raccolta analitica di tutta la produzione grafica architettonica relativa al Duomo, gestibile e consultabile via internet. Per la prima volta uno strumento per lo studio dei singoli materiali, alcuni dei quali totalmente inediti o mai riprodotti, per approfondire la conoscenza delle varie fasi ed esperienze di progettazione della Cattedrale, e quindi della cultura artistica e sociale di ciascuna di esse. Attraverso il sito è possibile conoscere non solo la storia relativa ai disegni, ma gli strumenti, le modalità di produzione, trasmissione, diffusione dei progetti e il loro utilizzo nel cantiere.

L’ambizione più elevata del progetto è quella di costituire “un modello per gli studi futuri che vogliano tentare raccolte simili sia per il territorio che per altri ambiti culturali”, come ha commentato il Prof. Francesco Repishti, Docente del Politecnico di Milano che si occupa del Corpus.

Il sito rende disponibile le schede critiche sui singoli disegni, ne rendono la complessità del processo progettuale e affrontano le problematiche attributive e cronologiche. Esse indicano la paternità autografa o attribuita, rendendo ragione, laddove tale attribuzione non sia unanimemente condivisa dalla comunità scientifica, delle diverse ipotesi storiografiche; il titolo; la datazione; la segnatura archivistica; le dimensioni; le indicazioni tecniche suddivise in tre parti: preparazione del foglio, mezzo grafico e strumento impiegato, esecuzione del disegno e qualità della carta con eventuale presenza di filigrane; la scala originaria; le iscrizioni sul foglio, se presenti; notizie sulla provenienza, collezione e stato di conservazione attuale; note critiche; bibliografia, schedatore e data riportato in calce.

Nella sezione “Autori_Architetti” sono elencati 158 fra architetti e autori della documentazione che testimonia gli innumerevoli interventi realizzati sulla Cattedrale. Cliccando su ogni singolo nome, si apre a tendina una breve descrizione non della loro biografia, ma del loro coinvolgimento nei Cantieri del Duomo e nel processo progettuale.

La Veneranda Fabbrica del Duomo, proseguendo la collaborazione già attiva per altri ambiti con il Politecnico e riconoscendo il grande valore di questo progetto, non intende limitarsi soltanto alla digitalizzazione e catalogazione dei disegni dell’Ottocento, ma dell’intera produzione grafica relativa alla Cattedrale. Il Corpus rappresenta un patrimonio prezioso per unicità e bellezza, non solo in quanto testimonianza di un Monumento architettonico, ma in quanto riflesso del popolo meneghino e dell’anima di Milano nel mondo.