ISMES
...
5 Gennaio Gen 2017 0900 6 months ago

Esperimenti su modelli dei piloni del tiburio in scala

Il lavoro dell’Ismes

Nel corso della sua storia, il Duomo è stato protagonista di numerosi progetti di riqualificazione e di restauro, sia a livello estetico che strutturale. Qualsiasi intervento all’interno dell’infinito cantiere della Cattedrale è sempre preceduto da studi, monitoraggi, consulenze, indagini diagnostiche e sperimentali.

La fotografia che oggi vi presentiamo, conservata nella Fototeca della Veneranda Fabbrica, è testimone proprio di questa fase che precede il restauro vero e proprio: ritrae un tecnico dell’ISMES nell’atto di fare misurazioni e controlli su di un modello in scala di un pilone del tiburio del Duomo. L’ISMES (Istituto Sperimentale Modelli e Strutture, fondato nel 1951 a Bergamo) ha collaborato a lungo con la Veneranda Fabbrica, realizzando numerose prove statiche e strutturali su modelli in scala di sezioni della Cattedrale.

In particolare, nel corso degli anni Sessanta e Settanta, fu fondamentale il lavoro di ricerca eseguito dall’ISMES e da altri istituti del settore sui quattro piloni del tiburio e su altri ventuno piloni secondari, in preparazione a quello che sarebbe divenuto uno tra gli interventi di restauro più complessi mai eseguiti nel Duomo.

Questo grandioso intervento iniziato nel 1981 e concluso nel 1984 fu premiato, nel 1986, con l’assegnazione del premio Ingersoll-Rand Italia per le grandi costruzioni nel Mondo simbolo della nostra epoca all’ing. arch. Carlo Ferrari da Passano, alla Veneranda Fabbrica del Duomo e all’ISMES.

Una selezione di alcune fotografie che, come questa, sono conservate nella Fototeca dell’Archivio, sono visibili nella mostra fotografica ora in corso.