IMMAGINE DOC News 16 Ottobre
...
1 Ottobre Ott 2014 1011 3 years ago

La festa del Duomo in un prezioso documento d’Archivio

Come nasce un’antica devozione

Il Duomo fu dedicato da San Carlo alla Natività della Vergine. La Chiesa ricorda la ricorrenza l’8 settembre e la cerimonia di consacrazione, fortemente voluta dall’Arcivescovo, si svolse il 20 ottobre del 1577.

L’Archivio della Veneranda Fabbrica, registro e memoria della sua attività, conserva in copia seicentesca, il racconto di quel giorno dove la devozione di Carlo Borromeo alla Vergine viene esplicitamente tramandata. Nelle consuete formule di apertura accanto alla data vengono affiancati i nomi del pontefice Gregorio XIII e del re di Spagna, nonché duca di Milano Filippo II. 

La data scelta da san Carlo per la celebrazione rientra nella più antica tradizione della Chiesa Ambrosiana, che ha sempre legato la festa della Cattedrale alla terza domenica del mese di ottobre, data connessa al tempo in cui sorgevano ancora le due basiliche di Santa Maria Maggiore e di Santa Tecla. In questo giorno, infatti, la cattedra del vescovo veniva portata dalla chiesa estiva (Santa Tecla) alla cattedrale invernale (Santa Maria Maggiore), in memoria della dedicazione di entrambe le basiliche. La data era tanto radicata nelle celebrazioni ambrosiane che, quando nel 1418 Papa Martino V, di ritorno dal Concilio di Costanza, fu invitato a consacrare l’altare maggiore del Duomo, fu scelta come giorno per la cerimonia, che quell’anno cadeva il 16 ottobre

La dedica alla Nascita della Vergine è visibile nella scritta in latino «Mariae nascenti» posta sulla facciata, al di sopra del grande bassorilievo che decora il portale maggiore della Cattedrale.Carte sciolte, registri e pergamene: l’Archivio offre oggi ai milanesi e non solo formidabili istantanee del passato per ricostruire, documento dopo documento, il grande racconto della Fabbrica.