DSC 9110
...

Archivio dei Disegni Storici

La vicenda di gran parte dei disegni riguardanti il Duomo è singolare: la maggior parte di essi infatti è andata dispersa lungo i secoli, malgrado il regolamento della Fabbrica imponesse ai Deputati di conservare al meglio tutto il materiale, disegni e modelli, che di volta in volta venivano prodotti. Ne deriva che moltissimi progetti riguardanti il duomo soprattutto anteriori al XIX secolo, elaborati da famosi architetti ed artisti nel corso dei secoli, sono conservati altrove. Restano comunque in Archivio importanti testimonianze, come le proposte di Vanvitelli, Leopoldo Pollak, Felice Soave e altri.

L’insieme dei disegni (circa 1300), prima sparsi in uffici e depositi, è stato negli ultimi anni riunito al fine di dar loro le migliori condizioni di conservazione. Tra essi spiccano per importanza e numero i tanti progetti presentati a fine Ottocento da artisti di fama internazionale in occasione del concorso indetto per la facciata del Duomo. Ai disegni di architettura si aggiungono inoltre i bozzetti proposti da vari artisti per la realizzazione di vetrate, studi per le porte e per la statuaria.

I disegni architettonici anteriori all’Ottocento conservati presso la Fabbrica, insieme agli altri custoditi presso altri archivi o istituzioni nazionali e internazionali, sono stati censiti e studiati dal Politecnico di Milano nell’ambito del progetto Corpus dei Disegni di Architettura del Duomo di Milano, la cui presentazione verrà ospitata proprio dalla Veneranda Fabbrica nel mese di giugno 2016.